Concorso della Val Grigna: i formaggi di montagna sempre in vetta

«Il secondo concorso dei formaggi della Fiera Agricola della Valgrigna è stato un successo: oltre a confermare l’ottima qualità già vista nella prima edizione, quest’anno abbiamo avuto concorrenti provenienti non solo dalle valli bresciane, ma in generale dalla Lombardia e dal Piemonte». Questa è la valutazione finale di Ugo Bonazza, presidente della Commissione di assaggio ONAF – Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi, che ha stilato la graduatoria di merito per le decine di formaggi in gara. Anche in questa occasione le aziende appartenenti al circuito di www.prodottodimontagna.eu si sono distinte riportando il primo posto in tre delle quattro categorie in gara; risultano difatti primi classificati nelle rispettive categorie: l’Azienda Agricola Prestello, l’Azienda Agricola Freddi Cristian, la Cooperativa InExodus. Si segnala altresì il terzo posto dell’Azienda Agricola Cerini. Questa è la graduatoria finale:

Formaggio vaccino tenero: 1° Azienda Agricola Prestello; 2° Azienda Agricola Dellanoce Teresa; 3° Azienda Agricola Galli Bortolo

Formaggio vaccino stagionato: 1° Azienda Agricola Freddi Cristian; 2° Azienda Agricola Zanolini Andrea; 3° Azienda Agricola Le Saiotte

Formaggella vaccina: 1° Azienda Agricola Bertuzzi Michele; 2° Azienda Agricola Faustini Rosina; 3° Azienda Agricola Cerini

Formaggio di capra: 1° Cooperativa InExodus; 2° Azienda Agricola Del Rio Michele; 3° Azienda Agricola Colmetto

Val Grigna: al via la seconda edizione della fiera agricola

Nelle giornate del 21 e 22 aprile 2018 a Bienno si terrà la seconda edizione della “Fiera agricola della Val Grigna”. Tra le altre, in particolare si segnala che sabato 21 avrà luogo il concorso di assaggio di formaggi, con giudici ONAF,  per le categorie «stagionato», «tenero», «formagelle/casolet» e «formagelle di capra»; le relative premiazioni sono previste per domenica 22 alle ore 15 circa. Clicca qui per scaricare l’intero programma della manifestazione (link a pagina esterna).

Prodotti di montagna per il benessere psico-fisico

Piante officinali e prodotti dell’alveare” è il titolo della serata evento che intende illustrare questi prodotti: come produrli in montagna, quali sono i loro benefici per l’uso umano e veterinario, come commercializzarli. L’appuntamento è per giovedì 19 aprile 2018, con inizio alle ore 20, presso l’auditorium del Museo Civico di Scienze Naturali, in via Ozanam n. 4 a Brescia; l’ingresso è gratuito. Clicca qui per scaricare la locandina dell’evento (link a sito esterno).

Formaggi caprini: le produzioni di montagna in evidenza Edolo

Costa Rizzi Masneri Comune Edolo Cooperativa InExodusNell’ambito delle “Giornate zootecniche di Edolo” si è svolto il tradizionale concorso dei formaggi caprini. Le commissioni di assaggio dell’ONAF, presiedute dai maestri assaggiatori Ugo Bonazza e Mauro Capelloni, hanno valutato i 33 formaggi in gara, distinti in tre categorie: “formaggella a media stagionatura”, “formaggella stagionata” e “Fatulì”. Sei sono stati i premi assegnati, di cui ben la metà ad aziende aderenti al circuito di www.prodottodimontagna.eu; in particolare, si è distinta l’azienda agricola Grezzini Ines con una eccezionale doppietta: prima nella categoria “formaggella a media stagionatura” e prima nella categoria “formaggella stagionata”. La cooperativa sociale InExodus ha invece meritato un ottimo secondo posto nella categoria “Fatulì”. Nella foto: Luca Costa (Assessore all’Agricoltura del Comune di Edolo, a sinistra) e Luca Masneri (Sindaco di Edolo, a destra) premiano Andrea Rizzi (Presidente della Cooperativa InExodus, al centro).

ReStartAlp: aperte le iscrizioni al campus gratuito per giovani imprenditori della montagna

C’è tempo fino alle ore 13 del 16 aprile 2018 per iscriversi a ReStartAlp, il campus di incubazione e accelerazione di impresa del territorio alpino italiano, promosso e organizzato dalla Fondazione Edoardo Garrone e dalla Fondazione Cariplo. Il campus, gratuito e residenziale, si terrà a Premia, sulle Alpi Nord Occidentali, dal 18 giugno al 28 settembre 2018, con pausa intermedia nel mese di agosto, per formare 15 giovani aspiranti imprenditori under 35 che vogliano avviare un’attività nei settori: agricoltura, allevamento, gestione forestale, agroalimentare, turismo, artigianato e cultura.
Inoltre sono previsti premi per un totale di 60.000 euro per dare vita ai tre migliori progetti e 12 mesi di consulenza gratuita per i più meritevoli. Clicca qui per approfondimenti (link a sito web esterno).

AlpFoodway, ovvero come valorizzare il patrimonio culturale alimentare alpino

Il patrimonio alimentare rappresenta un forte elemento identitario per le popolazioni di montagna. Tuttavia, a causa dello spopolamento, dell’invecchiamento della popolazione e della globalizzazione, questo patrimonio è a rischio di scomparsa. Il progetto AlpFoodway conduce un ampio lavoro di studio e di inventariazione delle filiere produttive al fine di definire il Patrimonio Culturale Intangibile alimentare alpino.  L’obiettivo più ambizioso di AlpFoodway è di creare le basi per l’ottenimento del riconoscimento dell’UNESCO per la Cultura Alimentare Alpina. Sarà possibile seguire la presentazione del progetto AlpFoodway martedì 27 marzo 2018, con inizio alle ore 15.30, presso l’Aula Magna dell’Università della Montagna in via Morino n. 8 a Edolo (Bs), oppure in streaming. Clicca qui per scaricare la locandina (link a pagina esterna) su cui è presente anche il link per collegarsi in streaming.

Potenzialità e problematiche del rilancio di cultivar locali tradizionali di montagna

Mercoledì 21 marzo 2018, con inizio alle ore 8.30, si terrà l’importante workshop dal titolo “Potenzialità e problematiche del rilancio di cultivar locali tradizionali di montagna: esperienze a confronto”. Sono previsti interventi di Regione Lombardia, del mondo universitario, ma soprattutto di esponenti di associazioni rappresentative di diverse produzioni agricole montane. Sarà possibile seguire l’evento presso l’Aula Magna dell’Università della Montagna in via Morino n. 8 a Edolo (Bs), oppure in streaming. Clicca qui per scaricare la locandina (link a pagina esterna).

Corso di apicoltura

L’associazione Val.Te.Mo. organizza un corso di apicoltura, rivolto a principianti e a dilettanti che vogliono migliorare le proprie capacità di gestione dell’alveare. Le lezioni si terranno in quattro sabato pomeriggio (tra fine marzo e fine maggio 2018) presso la sede apiario-didattico del bio-distretto di Valle Camonica. Le iscrizioni devono essere effettuate entro il 16 marzo 2018. Clicca qui per approfondimenti (link a pagina esterna).

Appuntamento con i mais “antichi” di montagna

Mais Spinato di Gandino, Mais Rostrato Rosso di Rovetta e Mais Nero Spinoso: sono queste le varietà di mais (tutte iscritte nel Registro Nazionale delle Varietà da Conservazione) che verranno presentate giovedì 8 marzo 2018, con inizio alle ore 15.30, presso l’Università della Montagna di Edolo (Bs). Oltre a mettere in luce gli aspetti agronomici e bromatologici che caratterizzano tali cultivar locali tradizionali, verranno presentate alcune buone pratiche a cui gli agricoltori dovrebbero attenersi per contrastare le avversità e conservare le sementi in purezza. È possibile seguire il seminario anche in streaming. Clicca qui per scaricare la locandina (link a pagina esterna) su cui è presente anche il link per collegarsi in streaming.

Il nocciolo: una opportunità per la produzione e per l’integrazione del reddito

Continuano le attività di formazione gratuita organizzate dall’Università della Montagna di Edolo (Bs): martedì 6 marzo 2018, con inizio alle ore 15.30, si terrà il seminario dal titolo “La coltivazione del nocciolo nelle aziende agricole multifunzionali. Questa pianta, date le sue caratteristiche di rusticità e capacità di adattamento, può rappresentare un’opportunità per incrementare il reddito delle aziende agricole montane. In particolare, verranno affrontati gli aspetti della coltivazione, dei prodotti che si possono ricavare e dei costi da sostenere per la creazione di un nuovo impianto. È possibile seguire il seminario anche in streaming. Clicca qui per scaricare la locandina (link a pagina esterna) su cui è presente anche il link per collegarsi in streaming.